Studio di Geologia e Geotecnica
Dott. Riccardo Losito
    Home        Chi siamo        INDAGINI GEOLOGICHE        Attività        Utilities        Contatti 
 INDAGINI GEOLOGICHE
INDAGINI GEOLOGICHE >> GEOELETTRICA

Nella prospezione geoelettrica il parametro fisico che si misura è la resistività elettrica (r) delle formazioni che costituiscono il sottosuolo. La resistività è un parametro indipendente dalle caratteristiche geometriche della formazione litologica a cui si riferisce ed è definita come la resistenza elettrica per unità di volume. Per effettuare misure di resistività dei terreni del sottosuolo viene utilizzato un  dispositivo     a quattro elettrodi, di cui due di corrente (A-B) e due di misura (M-N), come  di seguito schematizzato (Fig. 4)

Attraverso i due elettrodi esterni A e B viene immessa nel terreno una corrente continua fornita da una serie di pile a secco o da un generatore; tramite i due elettrodi centrali M ed N viene misurata la differenza di potenziale generata nel sottosuolo al passaggio di corrente tra A e B. Le misure di differenza di potenziale (V) e di intensità di corrente (I) vengono effettuate con strumenti di precisione, dotati di azzeratore dei potenziali spontanei esistenti nel terreno.
Da queste misure si ricava la resistività apparente (
r) del terreno secondo la formula: 

r =K*V/I; dove K indica la costante geometrica della linea.
Per estendere le misure di resistività a strati via via più profondi, si aumenta la distanza fra gli elettrodi A-B ed M-N; in tal modo le linee di corrente attraversano porzioni di sottosuolo sempre più profonde. Riportando i valori di resistività apparente su un diagramma bilogaritmico si costruiscono le curve di resistività apparente in cui i valori di AB/2 sulle ascisse sono espressi in metri, mentre quelli di resistività, sulle ordinate, in ohm*metro.  
Dalle curve di resistività così ottenute è possibile risalire ai valori delle resistività vere e agli spessori degli strati, a diversa resistività, con l`ausilio di un modello matematico.  Le singole interpretazioni dei S.E.V. vengono eventualmente graficate sotto forma di profili geoelettrici che consentiranno di visualizzare delle sezioni interpretate evidenziando le correlazioni con i dati stratigrafici disponibili. Sono inoltre elaborate carte tematiche a curve di livello per evidenziare l`andamento di superfici e/o di spessori di unità di particolare interesse, come ad esempio strati acquiferi oppure livelli impermeabili.
La strumentazione utilizzata consiste nel georesistivimetro E2DIGIT della PASI  alimentato da corrente   continua di 220 V generata dalla seguente linea di alimentazione:
Batteria 12 V – Inverter con uscita 220 V alternata-Raddrizzatore con uscita 220 V continua.

           
 DR. GEOL. LOSITO RICCARDO - V. Vespucci, 8 Andria (BA) - P.IVA 04631290725 - Privacy - Note legali
Powered by Logos Engineering - Lexun ®
24/11/2017